Cos’è il 5×1000?

Al momento della dichiarazione dei redditi ognuno di noi può decidere di destinare il 5×1000, la quota del Reddito delle Persone Fisiche (IRPEF), a favore di “organizzazioni non lucrative di utilità sociale”.

Anche i contribuenti che non sono tenuti a presentare la dichiarazione dei redditi possono scegliere di destinare il 5×1000 dell’Irpef, utilizzando il modello allegato alla certificazione unica.

Donare il 5×1000 non costa nulla

È un gesto semplice ma di grande importanza, non ci costa nulla in più di quello che verseremo, non è un’imposta aggiuntiva, e consente di rimandare al territorio una parte della ricchezza prodotta. Se decidi di non firmare, la quota del 5×1000 resta allo Stato.


Il 5×1000 per Noi

A  partire da quest’anno l’Associazione Musical Mente entra a fare parte dei soggetti idonei per la donazione del 5×1000 durante la dichiarazione dei redditi che andrà presentata entro il 30 giugno 2020.

Per una Associazione ancora di piccole dimensioni come la nostra, il 5×1000 costituisce un sostegno economico veramente importante, che ci potrebbe permettere in futuro di investire maggiormente nella nostra orchestra, in attesa della ripresa delle attività sociali, e, tra le altre cose, di partecipare ad eventi e concerti ai quali in passato abbiamo dovuto rinunciare causa mancanza di fondi.

GRAZIE per la fiducia che ci dimostrate ogni volta, con la promessa di poterla ripagare in un prossimo futuro… a suon di MUSICA!



Qui di seguito troverete tutti i nostri dati necessari per la compilazione del modulo:

MUSICAL MENTE A.P.S.
VIA DELL’ AZZANELLA, 7
BERGAMO 24126

C.F. 95232170167
Tipo: A


Istruzioni:

Per destinare il 5 per mille all’Associazione Musical Mente, inserite il codice fiscale  95232170167 nello spazio dedicato alla scelta per la destinazione del 5 per mille nella dichiarazione dei redditi, firmando nel riquadro: “Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale e delle associazioni riconosciute che operano nei settori di cui all’art. 10, c.1, lett a, del Dlgs n. 460 del 1997″